Alberto Manfredi

Artista noto nel il mondo per la sua attività di incisore e pittore lungo tutto il Novecento, Alberto Manfredi nasce a Reggio Emilia nel 1930. Appassionato di studi letterari, frequenta la Facoltà di Lettere dell'Università di Bologna, diventa, nel 1955, assistente di Mino Maccari all'Accademia di Belle Arti di Roma. Incisore di straordinaria abilità e finezza, regge prima la cattedra di Tecniche dell'Incisione all'Accademia di Belle Arti di Lecce, per poi diventare, dal 1967 al 1999, titolare della cattedra di Tecniche dell'incisione dell'Accademia di Belle Arti di Firenze. Comincia a esporre in giovanissima età - nel giugno 1945 già gli viene dedicata una mostra nella città natale -, anche se la sua prima esposizione personale si tiene a Firenze (Galleria La Strozzina) nel 1956. L'attività espositiva è continuata fino al 2001, anno della sua dipartita, in spazi pubblici e privati tra i quali, le Gallerie Il Milione, Gianferrari e Il Mappamondo di Milano, la Galleria Metastasio di Prato, la Galleria Pananti di Firenze -, in Italia e all'estero (Bouquinerie de l'Institut di Mazo e Lebouc a Parigi). Assai ricca è pure la bibliografia di Manfredi, con testi di critici, scrittori e poeti, amici artisti; tra gli altri: Marco Valsecchi, Lorenza Trucchi, Roberto Tassi, Arnoldo Ciarrocchi, Mino Maccari, Corrado Marsan, Orfeo Tamburi, Pier Carlo Santini, Paolo Bellini, Paolo Cesarini, Leonardo Sciascia, Luigi Carluccio, Gianni Cavazzini, Renzo Biasion, Gesualdo Bufalino, Luigi Cavallo, Mario Monti, Marcello Venturoli, Sandro Parmiggiani, Fabrizio Dall'Aglio, Giancarlo Vigorelli, Matteo Bianchi, Mauro Corradini, Umberto Baldini, Toni Toniato.

2 oggetto(i)

per pagina

2 oggetto(i)

per pagina